dal blog di Poesia della Rai – su VerdArti

locandinaverdarti

 

VerDarti: poesie nel parco, a Villa Dolfin

Una villa | A villa

Un incantevole parco con un lago | A lovely park with a lake

Poesie appese per tutto il parco  | Poems hung throughout the park

Tre giorni di poesia, letture, presentazioni, performance 

Three days of poetry, readings, presentations, performances

In programma, tra le moltissime altre cose, letture poetiche di Fabio Franzin, Christian Sinicco, Julian Zhara, Francesco Tomada, Marco Marangoni, Guido Cupani, Rita Gusso, Ilaria Pacelli, Maurizio Benedetti, Sandro Pecchiari  e altri, una mostra personale dei quadri di Rachel Slade, un reportage di viaggio dal New York City Poetry festival di quest’anno, e diverse installazioni artistiche landscape.

Tra le poesie che verranno esposte sul tema della natura, vi poroponiamo quella di
Franco Buffoni

 

Tu intervenisti lì

Tu intervenisti lì
All’imbocco della valletta
Dove ad un tratto muta la vegetazione,
Solo licheni e tundra
Per qualche ettaro…
Forse la lingua di ghiaccio profonda
Che formò il lago
Lì sotto non si è sciolta,
Resiste tra i detriti coi resti dei mammut.
Forse il tempo tiene lì la poesia.

 

___

Nel fine settimana compreso tra venerdì 29 e domenica 31 agosto si svolgerà, presso il parco di Villa Correr Dolfin di Porcia, un festival dedicato all’arte, alla poesia e alla musica: VERDARTI. Promosso dalla ProPorcia la manifestazione gode del patrocinio del Comune di Porcia e della Provincia di Pordenone e si avvale delle collaborazioni di Samuele Editore, Pordenone With Love, associazione ”Sei di Pordenone se…” e BCC Banca Credito Cooperativo, filiale di Porcia.

Gli appuntamenti in programma inizieranno venerdì 29. Durante l’inaugurazione, verranno presentate,  a cura di Alessandra Santin, le installazioni artistiche di landscape curate da Mila Marzotto e opera degli artisti Guerrino Dirindin, Paolo Pasotti, Marisa Bidese, Marzotto&Segatto, Paolo Villarecci, Paolo Zambon, Carlo Vidoni, Alessandro Cadamuro, Lucio Battistutta, Vittorino Sist, Oplapiù. A seguire un percorso attraverso le “Foglie di poesia”, (raccolta di poesie a respiro internazionale avente come tema la natura, posizionate in tutto il parco), curato da Alessandro Canzian e Maria Milena Priviero. Nel contempo si potrà scoprire il “giardino commestibile”, visitare la mostra personale delle opere di Rachel Slade  e conoscere l’arte del mosaico di Alberto Tomasini. Chiuderà la giornata un concerto del maestro Armando Battiston.

Sabato 30, in linea con il doppio binario artistico e letterario squisitamente dedicato alla natura, alle 15 Mario Bellot ed Emidio Fabris cureranno un percorso botanico, alle 16.30 Marisa Del Ben (associazione “99mq”) proporrà una lettura per bambini a metodo Kamishibai, alle 18 Maria Milena Priviero presenterà il libro di poesia “I soli(ti) accordi” di Carla Vettorello (Samuele Editore 2014). Chiuderà la giornata alle 21 un reading di poesia di Rita Gusso, Angela Siciliano, Sandro Pecchiari, Maurizio Benedetti, del gruppo letteratura dell’associazione “Sei di Pordenone se…”, a cui seguirà un grande open mic dedicato agli amanti della poesia presenti che vorranno proporre i loro testi.

La giornata finale della manifestazione, domenica 31 agosto, vedrà alle 11 la lettura delle “Foglie di poesia” esposte in tutto il parco, alle 15 un secondo percorso botanico a cura di Mario Bellot ed Emidio Fabris, alle 16 un’illustrazione didattica delle installazioni artistiche a cura di Mila Marzotto, alle 16.30 un secondo appuntamento con le letture per bambini a metodo Kamishibai di Marisa Del Ben, alle 17 un incontro “internazionale” con il Reportage di viaggio di Rachel Slade al 4th New York City Poetry festival di quest’anno (reportage recentemente pubblicato nel sito di Rainews), alle 18 un incontro di poesia con Fabio Franzin, Julian Zhara, Christian Sinicco, Francesco Tomada, Guido Cupani, alle 19 musica dal vivo con i “The beer drinkers” e alle 20.30 un terzo momento di poesia con letture di Marco Marangoni, Matteo Cimenti, Ilaria Pacelli, Rosanna Cracco, Maria Milena Priviero.

IL PERCORSO DEL FESTIVAL

Durante tutto il Festival saranno proposti momenti enogastronomici, proiezioni di documentari, laboratori artistici per bambini e adulti, una piccola area dove trovare i libri Samuele Editore e il materiale promozionale dell’Associazione Sei di Pordenone se… Un incontro, Verdarti, tra diverse anime artistiche all’insegna della natura e del bisogno umano di arte, di poesia e di bellezza. Tra gli invitati d’eccezione a questa edizione Carla Vettorello che propone un  libro di versi che riescono a coniugare vita privata ma non ostentata con un’istintiva ricerca della bellezza della parola, che diventa compagna, figlia, amica. Rachel Slade, pittrice americana nata a Putnam nel Connecticut (USA) ma da alcuni anni residente in Italia pur mantenendo diversi contatti e ricevendo molti apprezzamenti oltreoceano. Alberto Tomasini, che propone moderni mosaici costruiti con tecniche che richiamano l’arte sviluppatasi in area mesopotamica e successivamente in epoca romano bizantina. Il maestro Armando Battiston, notoriamente pianista jazz, compositore e polistrumentista che in oltre trent’anni di attività ha eseguito registrazioni, concerti, e partecipato a festival in Italia ed Europa collaborando con vari musicisti di fama internazionale, componendo inoltre musiche per i parchi letterari della Fondazione Nievo e per altri progetti letterari aggiungendo così prestigio e qualità al Festival Verdarti.

VILLA DOLFIN, PORCIA (PN) – ITALY
29/30/31 agosto/august 2014
___

 

Mandaci la tua poesia (preferibilmente a tema natura)
Sceglieremo le migliori per il parco!!!
Domenica 31 agosto 2014 le poesie verranno lette e commentate

Send us your poem (preferably about nature) using the contact form below
We will choose the best for the park!!!
On Sunday 31 the poems will be read and discussed

http://samueleeditore.com/verdarti/

 

 

da http://poesia.blog.rainews.it/2014/08/16/verdarti-poesie-nel-parco-a-villa-delfin/

Annunci

Un pensiero su “dal blog di Poesia della Rai – su VerdArti

  1. Con riferimento alla lirica di Franco Buffoni — Tu intervenisti lì —

    La curiosità è stata la fase che precede la scienza,che si ritrova in questi versi.
    L’esarazione dei ghiacciai è responsabile dell’erosione e del rimodellamento profondo della crosta terrestre delle montagne.Le basse temperature poi mantengono ghiacciato il terreno in profondità(permafrost).Buffoni questo si è chiesto immaginando che la sua poesia fosse come prigioniera lì in quel permafrost.,e che lui ,come Michelangelo,non ha fatto che liberarla con cura .
    Grande fantasia e cultura in questi versi.Bravò !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...